Cosa sapere su supporti antivibranti, profili e guarnizioni in gomma rotondi

La produzione di articoli tecnici industriali in gomma comprende prodotti con diverse funzioni. A seconda del contesto industriale e delle finalità, guarnizioni e supporti avranno forme e dimensioni diverse. In questo articolo, vedremo nello specifico a cosa servono le guarnizioni rotonde in gomma e i supporti antivibranti in gomma.

Perché scegliere profili e guarnizioni in gomma

Quando si parla di gomma, si parla in realtà di un ampio ventaglio di materiali. A seconda delle necessità, è possibile unire l’elastomero di base – la “gomma” propriamente detta – con altre sostanze. Queste servono a stabilizzare la mescola finale e la rendono resistente al caldo, al freddo, agli agenti chimici.

I profili e le guarnizioni in gomma sono le più versatili sul mercato: a seconda del contesto nei quali li userai, puoi scegliere tra una vasta gamma di mescole. Ad esempio, la gomma stirolica è resistente all’acqua e agli oli siliconici, ma non ai raggi UV; essendo economica, la si usa per guarnizioni piane in gomma di uso genetico. La gomma nitrilica, invece, ha un’elevata resistenza all’abrasione, agli oli e ai grassi; per questo motivo la si usa nell’industria petrolifera e alimentare.

Ciò che tutte le gomme hanno in comune sono l’elasticità e la resistenza alla pressione. Ecco perché la produzione di articoli tecnici industriali in gomma è così fiorente. Puoi usare mescole diverse, con forme diverse e caratteristiche meccaniche diverse. In ogni caso, avrai la sicurezza di un materiale che si può allungare senza perdere la forma originale e che può subire anche pressioni elevate.

Cosa sono le guarnizioni in gomma rotonde

Le guarnizioni sono un elemento protettivo che si usa in ambito industriale e domestico. Le si inserisce tra due superfici dure, affinché impediscano il passaggio di fluidi e gas tra le fessure. Puoi usare delle guarnizioni piane in gomma dentro la caffettiera, ad esempio. L’applicazione che più ci interessa è però quella che avviene nel contesto industriale.

Dato che la gomma è elastica, si adatta bene alle superfici rigide senza danneggiarle. Gli o-ring e le guarnizioni in gomma ti permettono quindi di riempire eventuali fessure, non lasciando uscire né liquidi né gas. Questo senza aggredire le componenti con cui sono a contatto. Le guarnizioni rotonde, in particolare, sono quelle più usate in ambito idraulico. Trovano però spazio in molti altri campi, come in quello petrolifero o alimentare.

Come scegliere le guarnizioni in gomma rotonde

Quando si parla di guarnizione in gomma tubolare o piane, il fattore critico è soprattutto uno: la resistenza. Come detto sopra, esistono diversi tipi di gomma con diverse caratteristiche meccaniche. In ambito industriale, le guarnizioni vengono a contatto con sostanze difficili da trovare in ambito domestico. Molte di queste sono abrasive o acide e potrebbero consumare la guarnizione, se realizzata in un materiale non idoneo.

La gomma scelta dev’essere quindi resistente alle sostanze con le quali verrà a contatto, ma non solo. Deve sopportare le sollecitazioni esterne cui sarà sottoposta, come caldo, freddo, attrito. Alcuni tipi di gomma sono poco adatti alle alte temperature, quindi potrebbero non andare bene nell’industria alimentare. Altri, invece, al freddo si irrigidiscono e si rompono. Se sei in dubbio sul materiale da usare, consultati con gli esperti di Betelli.

Infine, devi prendere in considerazione misure e forma. Stiamo parlando di guarnizioni rotonde, il che restringe la scelta. Queste si dividono però tra guarnizioni in gomma tubolare, piane, grandi o piccole. Anche qui, devi prima di tutto guardare al contesto di utilizzo ed eventualmente consultarti con un esperto. Guarnizioni troppo grandi o troppo piccole non vanno infatti bene per sigillare tubi e componenti metalliche.

Cosa sono i supporti antivibranti in gomma

Al di fuori della produzione di articoli tecnici industriali in gomma, i supporti vibranti sono forse gli oggetti più trascurati. Ciononostante, sono molto usati nei computer, nei ventilatori, nei macchinari agricoli. Sono infatti gli elementi che attutiscono le vibrazioni di un macchinario in funzione, se questo ne emette.

I supporti antivibranti hanno una componente in gomma e un’altra in metallo, che serve a fissarli alle strumentazioni. La loro forma e la dimensione dipendono dalla macchina per la quale devi impiegarli: più la macchina è pesante, più forti sono le vibrazioni, maggiore dev’essere la loro capacità di assorbirle. In generale, si preferiscono gomme resistenti all’usura, ai raggi UV e che garantiscano un buon isolamento elettrico.

Perché scegliere dei buoni supporti antivibranti in gomma?

Rispetto ai profili e alle guarnizioni in gomma, l’utilità dei supporti antivibranti è un po’ meno ovvia. Sul lungo periodo, le vibrazioni comportano una serie di problemi. In primo luogo, sono fastidiose e rendono l’ambiente di lavoro meno vivibile. Smorzarle contribuisce a ridurre il rumore, migliorando l’umore e la produttività dei lavoratori.

Su un piano più prettamente pratico, le vibrazioni riducono la vita della macchina. Espandendosi nelle componenti attigue, favoriscono l’usura dei diversi elementi. Nel peggiore dei casi, le vibrazioni sono così forti da interessare anche le strutture e i macchinari presenti nella stessa area. Basta quindi un macchinario molto grosso e privo di supporti antivibranti per danneggiare i macchinari circostanti.

Betelli, produzione di articoli tecnici industriali in gomma di alta qualità

Betelli è un’azienda specializzata nella produzione di o-ring, profili e guarnizioni in gomma. Realizziamo guarnizioni piane in gomma e guarnizione in gomma tubolare standard, ma non solo. A seconda delle esigenze del tuo settore, mettiamo a tua disposizione un ampio ventaglio di materiali e forme. Per saperne di più, contatta Betelli. Ti aspettiamo a Lacchiarella (MI).